RECAP – il mio 2018

Buongiorno Viaggiatori!

eccomi qua… sono giunta anch’io a fare il bilancio del 2018. Ad essere sincera un po’ mi dispiace perché l’anno appena finito è stato particolarmente intenso, bello e positivo; allo stesso tempo però voglio andare avanti, voglio vedere cosa mi riserva il futuro e lasciarmi alle spalle i momenti difficili, i pensieri e le ansie che mi hanno accompagnata per tutto l’anno.

Il 2018 è iniziato decisamente bene: ho passato il Capodanno a Firenze con gli Amici, quelli con la A maiuscola, quelli che conosci da una vita e che sai ci saranno sempre per te, qualsiasi cosa succeda. E infatti, ci sono stati.

Il 20 gennaio ho deciso di intraprendere questa nuova avventura con il blog, spinta dal desiderio di condividere con qualcuno la mia passione per la lettura. Mi sono buttata, ho fatto un primo passo verso qualcosa di nuovo, verso un cambiamento.

A febbraio, visiti i consensi avuti con il blog, ho deciso di aprire la pagina Instagram e mai avrei pensato di crescere così in fretta. Adesso, a distanza di un anno ho più di 1000 followers ma non è questo che conta. La cosa importante è che questa mia passione mi sta dando un sacco di soddisfazioni. Sono nel mio mondo, questo basta a rendermi felice.
Da ricordare anche le numerose collaborazioni che ho avviato con gli autori emergenti che mi hanno portata a crescere e ad ampliare le mie conoscenze.

Aprile 2018: la laurea. Finalmente dopo anni di sacrifici è arrivato questo momento. Il traguardo più importante di quest’anno. Soddisfazione è la parola che meglio descrive questo evento.
Sempre ad aprile ho realizzato un altro piccolo sogno: ho incontrato Andrea Dovizioso. Emozione unica, indescrivibile.

Giugno 2018: il Gran Premio del Mugello. Anche qui un’emozione che non si può descrivere. Sono stata immersa per due giorni nella mia passione più grande (dopo la lettura). Ho i brividi soltanto a pensarci… spero di poter replicare quest’anno anche se non ne sono sicura, per ora.
A fine giugno ho avviato un percorso che avrebbe dovuto portarmi a risolvere un piccolo problema di salute che mi trascino da sempre. Ancora è qui che mi fa compagnia ma sono fiduciosa.

Maggio 2018: ho trovato lavoro. Sono stata inserita come tirocinante presso un’azienda. Mi occupavo dell’estero. Un grande inizio per una neolaureata. Per settimane non ho parlato mai italiano e questo mi ha permesso di mettere in pratica quello per cui avevo studiato.

Luglio 2018: Ho iniziato la dieta. Una cosa che non avrei mai pensato di fare perché semplicemente non avevo motivazione per farla. A luglio qualcosa è cambiato ed ecco che mi sono buttata a capofitto anche in questa cosa. Ho perso 12 kg.

Agosto 2018: mese difficile. Non entro nei dettagli ma da qui è iniziata la discesa, sono iniziate le difficoltà che si sono protratte poi, per un motivo o per l’altro, fino al 31 dicembre.

I restanti mesi sono volati, non è successo niente di particolare, niente che valga veramente la pena di ricordare. Sono stati tutti mesi abbastanza duri. Mi sono iscritta alla Laurea Magistrale con la consapevolezza di dovermi sottoporre ad un intervento ma senza sapere quando sarebbe accaduto. Oggi è l’11 gennaio 2019, sono ancora nel limbo. Credetemi, non c’è niente di peggio dell’incertezza. Qualche giorno fa, ho fatto l’ennesima visita e questa volta, forse, ho trovato la strada giusta.
Dicembre è stato il culmine delle difficoltà e il nuovo anno è iniziato con un grande vuoto in famiglia…

Tutto sommato non posso lamentarmi per questo anno appena trascorso. Avrei preferito che finisse diversamente ma… nessuno può cambiare la realtà.
Il 2018 mi ha insegnato tanto, mi ha fatto crescere.
Ho imparato che volere è potere.
Ho imparato che la vita è adesso, ma ho imparato anche che avere un obiettivo è importante. Ho capito che bisogna camminare verso l’obiettivo vivendo al meglio ogni secondo.
Ho imparato che è inutile fare troppi programmi, tanto non va mai come avevi programmato. Ho imparato che, quando i piani vengono stravolti, non bisogna sentirsi dei falliti perché, a volte, noi non abbiamo il potere di cambiare le cose.
Gli ostacoli fanno pare della vita, la cosa importante è trovare sempre uno spunto per andare avanti e un modo per aggirare quegli ostacoli. E se aggirarli non è possibile, bisogna essere forti, essere bravi a non fermarsi, non bisogna arrendersi perché la vita continua… nonostante tutto..

Elaysa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...