WRAP UP – Giugno ✨

Buonasera Viaggiatori!

E’ arrivato il momento di tirare le somme!
Giugno è stato un mese abbastanza pieno per me (da quanti mesi esattamente sto dicendo questa frase??🤦‍♀️). Nonostante gli impegni però, sono davvero soddisfatta delle mie letture e del tempo che sono riuscita a dedicare ai libri.

In questi 30 giorni ho avuto l’occasione di avventurarmi attraverso 3 destinazioni, molto diverse tra loro.
Il primo libro letto è stato La vedova Couderc di Georges Simenon di cui vi ho già parlato in una recensione ad esso dedicata.
Vi posso confermare che è stata una graditissima conferma. Ho amato Simenon, ancora una volta. Sono stata catturata dalle sue parole tanto da definire il suo stile “magnetico”.
Vi rimando comunque alla recensione per saperne di più: https://viaggiandotramondidicarta.blog/2019/06/17/la-vedova-couderc-recensione/.

La settimana successiva invece ho cambiato genere e paese: sono volata in Giappone e ho avuto il mio primo incontro con Murakami e il suo Uomini senza donne. 7 racconti, 7 storie di donne assenti nella vita dei protagonisti.
La donna e la sua assenza assumono il ruolo di nucleo di ciò che viene raccontato; tutto il resto esiste in funzione di questa assenza.
E’ un libro molto particolare, pieno di riflessioni. Storie di vita quotidiana, come potrebbero essercene tante. Motivo per cui il lettore si rispecchia nel protagonista della storia, condizione che fa scaturire in lui delle domande riguardo la sua condizione.
Anche in questo caso, se volete leggere la recensione che ho scritto la trovate qui: https://viaggiandotramondidicarta.blog/2019/06/24/uomini-senza-donne-recensione/.

Infine, l’ultimo libro letto è stato L’Avversario di Emmanuel Carrère.
Un romanzo-verità ispirato alla vera storia di Jean-Claude Romand, un’insospettabile padre di famiglia che un giorno, in preda ad un raptus (forse) decide di uccidere i genitori, la moglie e i due figli.
Perché? Per sfuggire ad una vita costruita sulla menzogna, dall’inizio alla fine. Oppresso da questo segreto, decide di rovinare tutto, definitivamente.
Non ho ancora scritto la recensione di questa lettura.
Ho avuto bisogno di riflettere su ciò che avevo appena letto: si tratta di un libro difficile da digerire, non tanto per lo stile, quanto per la vicenda che viene raccontata. E’ tutto reale e questo fa paura. L’autore mette il lettore con le spalle al muro davanti ad una consapevolezza difficile da accettare: l’apparenza inganna; le parole ingannano e spesso, le persone che crediamo di conoscere… non le conosciamo affatto.

Bene Viaggiatori, questo era il mio wrap up di giugno.
3 libri, uno meglio dell’altro. Forse da L’Avversario mi sarei aspettata qualcosa di più approfondito per quanto riguarda la psicologia del protagonista ma resta comunque una validissima lettura, molto scorrevole a dispetto del tema.

Elaysa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...