SEGNALAZIONE – Il fuoco addosso. La bambina della fotografia racconta.

Buon pomeriggio Viaggiatori!

Come ogni mercoledì sono qui per indurvi in tentazione con una nuova segnalazione!

Oggi vi voglio consigliare un libro uscito non molto tempo fa, il 10 settembre.
Da quando ho scoperto la sua esistenza ho iniziato a cercarlo un po’ ovunque nelle librerie, senza trovarlo… almeno per ora.
L’autrice di questo libro, nonché protagonista, è stata ospite in tv e sentirla raccontare la sua storia mi ha messo i brividi.
Non è una bella storia. E’ un racconto di guerra. Di sofferenza. Di dolore. Di cicatrici.


Titolo: Il fuoco addosso. La bambina della fotografia racconta
Autore: Kim Phúc Phan Thi
Casa editrice: SCRIPSI Tracce d’autore
Pagine: 316
Prezzo di copertina: € 19,90

Nelle librerie dal 10 settembre 2019

📚

Sinossi: Era l’8 giugno 1972 quando il dolore straziante di Kim Phúc è stato catturato da uno scatto che ha fatto il giro del mondo. La fotografia è diventata l’immagine iconica che ha rivelato al mondo l’orrore e la violenza della guerra del Vietnam: la piccola Kim corre agonizzante pochi istanti dopo che una bomba al napalm le ha bruciato i vestiti e la carne. Da quel giorno la sua vita è stata segnata da dolorosi trattamenti per guarire le ustioni, dall’incessante dolore fisico in tutto il corpo e da un dolore sordo nell’anima. “Il fuoco addosso” è la storia di un orrore implacabile, ma anche di una speranza inaspettata, che si fa spazio tra le macerie del dramma della guerra, la storia di un riscatto che arriva attraverso la scoperta del perdono. Un racconto appassionante e commovente, che non può lasciare indifferenti.

Ho pensato: “Morirò su questa strada, queste fiamme mi uccideranno!”. Lo descrivo in maniera dettagliata nel mio libro, dove narro anche tutto ciò che accadde dopo. La corsa in ospedale, le tante operazioni per salvarmi la vita e per ricostruire alcune parti del mio corpo, il sogno di poter studiare. 

Kim Phuc, la bambina della fotografia.
Kim Phuc, simbolo della guerra in Vietnam, aveva soltanto 9 anni all’epoca.
Durante l’intervista che l’ha vista protagonista ha raccontato di sentire ancora adesso il calore del fuoco sul suo corpo. Ha raccontato di essere svenuta, per le gravi ustioni riportate.
E’ stata portata in obitorio perché tutti erano convinti che non ce l’avrebbe fatta.
Invece è sopravvissuta ed oggi è un simbolo.

La donna vietnamita (soprannominata anche Napalm girl) è passata alla storia per lo scatto immortalato da Nick Ut, fotografo dell’Associated Press, l’8 giugno del 1972.
La foto ritraeva Kim mentre fuggiva nuda in strada, ustionata da un bombardamento col Napalm da parte delle forze aeree del Vietnam del sud.
Grazie a quella fotografia, Nick Ut vinse il premio Pulitzer.
Una delle foto più celebri in grado di raccontare il dramma della guerra che non risparmia nessuno, neanche i bambini innocenti.

Chi è oggi Kim? Com’è la sua vita?
Oggi la donna vive in Canada, ha un marito e due figli.
Nel 1992 ha pubblicato la sua prima biografia, scritta da Denise Chong dal titolo La bambina nella fotografia. La storia di Kim Phuc e la guerra del Vietnam.
Dal 1997 è ambasciatrice dell’Unesco.
Nel corso degli anni ha ricevuto moltissimi prestigiosi riconoscimenti.
Ha fondato un’Associazione, la Kim Fundation International, che si occupa di aiutare i bambini vittime della guerra.

Un libro per riflettere.
Per conoscere.
Per essere umani.

Elaysa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...