Ehi tu, leggi l’incipit! đź“–

Buongiorno Viaggiatori!

Qualche sera fa, spinta da non so quale sentimento, ho preso un biglietto per una nuova destinazione lontana e anche un po’ strana.
Sono volata a Flatlandia, un mondo completamente diverso dal nostro abitato soltanto da figure piane che stabiliscono la loro piramide sociale in base alla forma. Ci sono Quadrati, Triangoli, Linee, Pentagoni e Cerchi.

Oggi vi faccio entrare con un piede in questo mondo.

Titolo: Flatlandia
Autore: Edwin A. Abbott
Tratto da: Sulla natura di Flatlandia


Chiamerò il nostro mondo Flatlandia, il paese piatto, non perché sia così che lo chiamiamo noi, ma per aiutarvi a comprenderne la natura, miei fortunati Lettori che avete il prestigio di vivere nello Spazio.
Immaginate un immenso foglio di carta sul quale invece di rimanere fermi sul posto, si muovono liberamente, sopra o dentro la superficie, Linee rette, Triangoli, Quadrati, Pentagoni, Esagoni e tante altre Figure geometriche, senza però avere la possibilitĂ  di sollevarsi al di sopra della superficie o di sprofondare al di sotto, simili ad ombre, però dotate di consistenza e provviste di un bordo luminoso. In questo modo vi sarete fatti un’idea abbastanza corretta del mio paese e dei miei compatrioti. Ohimè, solo pochi anni fa avrei detto “del mio universo”, ma nel frattempo la mia mente si è aperta a una visione piĂą elevata delle cose.
Avrete ormai capito che in un paese del genere è assolutamente impossibile che esista quello che voi chiamate un “solido”, ma probabilmente penserete che si possano almeno distinguere alla prima occhiata i Triangoli, i Quadrati e le altre Figure geometriche mentre se ne vanno in giro nel modo che ho testĂ© descritto. Tutto il contrario, non possiamo vedere nulla di tutto ciò, almeno non abbastanza da distinguere una Figura dall’altra. Nulla vediamo, nĂ© possiamo vedere, a parte tante Linee rette, e ve ne dimostrerò immediatamente la ragione.

Appoggiate una monetina nel bel mezzo di uno dei vostri tavoli nello Spazio, poi inclinatevi in avanti per guardarla dall’alto. Vi sembrerĂ  un cerchio.
E ora, arretrando verso il bordo del tavolo, abbassate gradualmente il libello dello sguardo (avvicinandovi in questo modo alla condizione degli abitanti di Flatlandia). Vedrete che la monetina parrĂ  sempre piĂą ovale e alla fine, quando avrete portato gli occhi esattamente all’altezza del piano del tavolo (posizione che farĂ  di voi in pratica un vero flatlandese), la monetina avrò definitivamente smesso di sembrare ovale e sarĂ  diventata, almeno da quanto potete vedere, una Linea retta.

Elaysa

ATTENZIONE!
Per chi non lo sapesse ancora, sono affiliata ad Amazon. Cliccando sui miei link e acquistando dagli stessi, percepirò una piccola percentuale sul vostro acquisto.
I guadagni verranno utilizzati per acquistare libri.
Link generico di affiliazione: https://amzn.to/2GvYZP9.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...